7.10.07

Albero 

posted in Voci by Nunzio -per gentile concessione a LucaniArt

di Nunzio Festa

Gli alberi accatastati
addossati
si chiamano legna

da aspettare

riconoscere

per sentirsi alleggerire
dai brividi
dei lividi che vanno e vanno
e sanno tutto
di me

di sciocchezze purezze
sulla forma

su pietra
di lei che ci sente

prendo l’albero
rinato
sotto un viso
sopra visi

foglie come sorrisi
da sventolare


aspettare
che la bellezza di tutti
sia bellezza un po’ mia


(testo inedito)

Nunzio Festa (scrittore, giornalista) nasce a Matera nel 1981 ed inizia a leggere e scrivere poesie all'età di diciassette anni, mentre frequentava l'Istituto Tecnico Commerciale.
La sua pubblicazione è frutto della conoscenza, se pur autodidatta ed un po' rude di numerosi poeti italiani e stranieri delle tendenze più diverse: Rimbaud, Pasolini, Penna, Vendola, e tanti altri.
Nel mese di febbraio 2004 ha pubblicato con Montedit
"E una e una" - Collana I gigli (poesia) 14x20,5 - pp. 36 - Euro 5,50 - ISBN 88-8356-644-0.

Etichette: , ,

1 Comments:

Blogger LucaniArt said...

Ho trovato molto bella questa tua poesia, toccante e vera; dal punto di vista formale perfetta.
Complimenti Nunzio e a presto
Mapi :-)

07 ottobre, 2007 18:25  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile